giovedì 26 febbraio 2015

Sfumature d'Europa: il giallo di Las Palmas



Las Palmas 1972/73

Las Palmas – Torino 4-0 (27/09/72, trentaduesimi di finale Coppa Uefa)


Las Palmas: Betancourt, Estevez, Hernandez, Trona, Tonono, Castellano, Leon, Gilberto (89’ Carmelin), Soto, German, Miguel. All: Sinibaldi


Torino: Castellini, Lombardo, Fossati, Mozzini, Zecchini, Agroppi, Rampanti (46’ Maddè), Ferrini, Bui (53’ Pulici), Sala, Toschi. All: Giagnoni


Reti: 5’ e 47’ Soto, 39’ e 72’ German


Arbitro: Eschweiler (Germania Est)


Il ritorno del primo turno della Coppa Uefa 1972/73 doveva essere una formalità per i granata. Il 2-0 dell’andata, con doppietta di Giovanni Toschi, sembrava mettere al sicuro il passaggio del turno. E poi gli spagnoli del Las Palmas, squadra dell’isola delle Canarie con scarsa tradizione sia in patria che in Europa (ma che stava vivendo il suo momento di maggior splendore, il cui apice coincise col secondo posto nella Primera Division 1968/69), non si erano certo dimostrati avversario trascendentale.
Giovanni Toschi
Tutto, insomma, faceva supporre che gli uomini di Gustavo Giagnoni avrebbero affrontato la loro prima trasferta iberica (ufficiale) come poco più di una vacanza al mare. A dare sicurezza ai granata contribuiva anche l’ottimo esordio in campionato di tre giorni prima, quando al Comunale venne sconfitto agevolmente il Vicenza per 3-0 (riscattando così la deludente eliminazione al primo turno di Coppa Italia). Invece, sarà una debacle. 4-0 per Los Amarillos, gara senza storia. Doppiette di Soto e German, Giagnoni spiega lapidariamente la disfatta: «il Las Palmas ha giocato cento volte meglio di noi!». In effetti il Torino in campo era parso tutt’altro che battagliero: i giocatori sembravano come addormentati, in totale balia degli avversari, incapaci di contrastarli in un qualche modo. Nei giorni seguenti, tuttavia, la faccenda si tinge (è proprio il caso di dirlo!) di giallo: parecchi calciatori torinesi si sentono male; il dottore della società, Cozza, in un primo momento pensò che il tutto fosse dovuto ad un’intossicazione alimentare. Ma il protrarsi degli effetti sedativi sui giocatori granata anche la domenica successiva, in occasione della sconfitta per 2-1 a Palermo alla seconda di campionato, lo fece sospettare che si trattasse di ben altro. Portò ad analizzare le urine dei difensori Roberto Mozzini e Luciano Zecchini, i due che maggiormente avevano mostrato sintomi. L’esito parlò di tracce di Luminal, un potente sedativo. La teoria del danneggiamento volontario da parte del Las Palmas prendeva sempre più corpo e sembrava essere confermata del tutto dai risultati dell’antidoping effettuato dopo il match dell’1 ottobre, allorché Aldo Agroppi, Franco Sattolo e Giovanni Toschi palesarono i sintomi tipici di questo “doping al contrario”.
Il Torino stagione '72/'73
Naturalmente la dirigenza granata chiese all’Uefa un’indagine, ma l’organismo continentale non prese troppo sul serio la cosa, la quale cadde ben presto nel dimenticatoio senza conseguenze. Il Toro era stato davvero sedato? Per certo non lo sapremo mai, ma molti indizi spingono verso questa conclusione. Fatto sta che la prima del Torino in Spagna non era di sicuro andata secondo le previsioni.



Roberto Pivato

Nessun commento:

Posta un commento